Acquisti

Istituto per la Difesa del Consumo

Istituto per la Difesa del Consumo, è un'associazione libera ed indipendente senza fine di lucro, di consumatori ed utenti, attiva in tutto il territorio nazionale.
Lo scopo dell'associazione è quello offrire ai propri associati assistenza legale altamente qualificata a costi...altamente ridotti!
Il principio è semplice: in tanti si può scegliere il meglio e si può risparmiare.

Istituto per la Difesa del Consumo svolge la propria attività dall'aprile 2008. Ad oggi oltre 30.000 utenti sono diventati nostri associati (dato aggiornato al 30 aprile 2015).

I nostri obiettivi

  • offrire, ai nostri associati, consulenza legale qualificata e specializzata;
  • favorire e promuovere la diffusione di notizie ed informazioni attinenti la difesa del consumo ed il consumo consapevole;
  • Promuovere le istanze sociali dei consumatori presso le istituzioni;
  • Agevolare il confronto tra professionisti e volontari cittadini, per l’approfondimento di tematiche inerenti il rispetto e la difesa dei valori civili.

 

Difendi i tuoi diritti

Banche, compagnie assicurative, gestori telefonici, catene commerciali, agenzie turistiche o di servizi potrebbero  materialmente ascrivere una buona parte dei loro profitti ai piccoli soprusi che quotidianamente consumano in danno dei loro clienti, effettivi o potenziali.

Le pubblicità  ingannevoli, le promesse rese e poi mai mantenute, le estenuanti attese telefoniche per sporgere un reclamo, i contratti redatti ad arte per nascondere insidie, sono solo alcuni degli strumenti più spesso utilizzati per scoraggiare ogni forma di rivalsa e per lasciar trasparire un messaggio: meglio subire, anzichè¨ ricorrere alla giustizia per far valere i propri diritti.

La giustizia spesso è innegabilmente lenta e contorta, ma il settore della tutela del consumo è in forte ascesa. È giunta l'ora che i consumatori acquisiscano la piena consapevolezza di rappresentare una classe, anzi di poter anch'essi divenire "un potere forte", in grado di condizionare il mercato, premiando quegli operatori che accettino apertamente il rischio di una comunicazione trasparente, o addirittura astenendosi da determinati consumi.

Il primo passo verso questa crescita, culturale e giuridica, deve provenire dai fenomeni di aggregazione, offrendo voce, forza e rappresentatività  alle associazioni e ai comitati.

Per assolvere a questa delicata funzione, gli scopi che ci prefiggiamo sono due, tra loro intimamente connessi: far conoscere ai consumatori i propri diritti, divulgando le notizie e le piccole guide pratiche che troverete pubblicate tra le pagine del sito; offrire supporto e consulenza legale agli associati a costi ridotti presso studi professionali altamente specializzati nel settore consumeristico.

Chi siamo

Domande e risposte

Per domande e consigli entra nella nostra community: pubblicare il tuo quesito è semplice e gratuito. In meno di 24 ore i nostri esperti ti risponderanno. Registrati subito!

Ufficio reclami e diffide

Se sei stato truffato, se hanno negato il tuo diritto alla garanzia su un prodotto acquistato, richiedi il nostro intervento! Scrivici
info@difesaconsumatori.com

Consulenza telefonica gratuita

Contattaci telefonicamente per una consulenza gratuita preliminare.
Dal lunedì al venerdì dalle ore 16:00 alle 20:00 i nostri esperti saranno a tua disposizione

Lavora con noi

Sei un avvocato? Abbiamo una proposta per te. Entra a far parte del più grande network di avvocati in Italia.
Per saperne di più chiamaci al 08.100.30.533

 

Garanzia sui prodotti difettosi

Tutto quello che si dirà riguarda la disciplina introdotta dal Codice del Consumo, avente ad oggetto, come ricordato più volte, esclusivamente i rapporti tra consumatore e venditore professionista. Qualsiasi rapporto di vendita che sfugga a questi precisi parametri soggettivi resta disciplinato, come si vedrà, dal codice civile, secondo una regolamentazione meno vincolistica. 

Per professionista deve intendersi la persona fisica o giuridica che agisca nell'esercizio della propria attività commerciale imprenditoriale o professionale. Per consumatore si intende, invece, la persona fisica che agisce per scopi estranei all'attività imprenditoriale o professionale eventualmente svolta. Proprio per tale motivo, si ritiene generalmente sconsigliabile acquistare con fattura: l'acquisto effettuato con partita iva muta infatti la qualificazione soggettiva da attribuire al compratore che da "semplice consumatore" diviene professionista a sua volta, così sfuggendo alla disciplina di favore disposta dal Codice del Consumo. Non rappresenta, invece, un fattore discriminante l'acquisto di beni al dettaglio o all'ingrosso, potendosi anche in tale ultima ipotesi dimostrare che l'acquisto sia avvenuto per soddisfare gli scopi personali del privato consumatore. 


La garanzia sui prodotti difettosi: scarica l'ebookdifesa consumatori

Scarica subito la guida redatta dagli esperti
Consigli pratici, esempi concreti e modelli pronti all'uso per tutelare i tuoi diritti di Consumatore
Istituto per la Difesa del Consumo



Il Codice del Consumo riferisce le norme sulla garanzia, in modo assolutamente generico, a qualsiasi rapporto di vendita. L'unico limite applicativo, pertanto, consiste nel versamento di un prezzo a fronte della consegna del bene acquistato, restando viceversa esclusi i trasferimenti a titolo gratuito. Contrariamente alla precedente normativa, quella attuale ha omesso ogni riferimento alla natura materiale del bene, potendovi così ora rientrare anche beni immateriali (software per computer ad esempio, a prescindere dal supporto su cui siano memorizzati).
La normativa, inoltre, riguarda non solo i beni nuovi, ma anche quelli usati. L'unica differenza è che per i beni nuovi, la garanzia offerta dal venditore non può mai essere inferiore ai due anni; al contrario, per i beni usati le parti possono concordare un termine inferiore fino ad un anno.

Conformità
Oggetto dell'obbligazione di garanzia è la conformità del bene alle pattuizioni di vendita. Quindi non si parla di "semplici" difetti, ma di qualsiasi caratteristica del bene che non sia esattamente riconducibile agli accordi tra le parti. A titolo di maggiore approfondimento, si osserva che, mentre il concetto di vizio attiene alle intrinseche qualità del bene in sè e per sè considerate, il concetto di conformità è invece relazionale e può essere desunto solo confrontando il bene con quelle qualità che sarebbero dovute essere sue proprie in base alla descrizione offerta del prodotto. Si tratta di una differenza ( tra difetto e conformità) non semplicemente nozionistica, ma destinata ad incidere concretamente nell'obbligazione assunta dal venditore, potendosi ritenere che alle pattuizioni contrattuali siano da equiparare, quale metro di paragone della conformità, anche i messaggi pubblicitari e tutte le modalità di presentazione attraverso le quali sono descritte ed esaltate le qualità del bene venduto.
La normativa si fa carico, inoltre, di individuare quali siano i canoni di valutazione della conformità. Si presume che i beni di consumo siano conformi al contratto se, ove pertinenti, coesistono le seguenti circostanze: a) sono idonei all'uso al quale servono abitualmente beni dello stesso tipo; b) sono conformi alla descrizione fatta dal venditore e possiedono le qualita' del bene che il venditore ha presentato al consumatore come campione o modello; c) presentano la qualita' e le prestazioni abituali di un bene dello stesso tipo, che il consumatore puo' ragionevolmente aspettarsi, tenuto conto della natura del bene e, se del caso, delle dichiarazioni pubbliche sulle caratteristiche specifiche dei beni fatte al riguardo dal venditore, dal produttore o dal suo agente o rappresentante, in particolare nella pubblicita' o sull'etichettatura; d) sono altresi' idonei all'uso particolare voluto dal consumatore e che sia stato da questi portato a conoscenza del venditore al momento della conclusione del contratto e che il venditore abbia accettato anche per fatti concludenti.
La responsabilità è esclusa quando, al momento della conclusione del contratto, l'acquirente era a conoscenza del difetto o non poteva ignorarlo con l'ordinaria diligenza. Spetta, tuttavia, al venditore dimostrare che il consumatore era a conoscenza del difetto di conformità al momento della conclusione del contratto.
Il vizio di conformità si estende, inoltre, a difetti derivanti non intrinsecamente dal bene, ma dalla suainstallazione o montaggio. A tal fine, occorre, che il venditore si sia preventivamente obbligato ad effettuare l'installazione e l'abbia eseguita personalmente o sotto la propria responsabilità. Ne consegue, quindi, che, quando l'obbligo di installazione non sia espressamente previsto da contratto, alcuna responsabilità potrà attribuirsi, in tal senso, al venditore. A tali casi sono equiparati quelli in cui l'installazione o il montaggio siano stati effettuati in modo non corretto dallo stesso consumatore, ma per colpa imputabile alla carenza o all'inesattezza delle istruzioni fornite dal venditore. 

Gli obblighi del venditore
qualora si verifichi un difetto, il consumatore ha diritto al ripristino delle condizioni di conformità tramite lariparazione del bene o la sua sostituzione. Alcun costo potrà essere addebitato al consumatore: nè in ordine alle spese per la spedizione del bene presso un centro di assistenza, nè per l'impiego dei materiali o della manodopera. Qualsiasi costo o spesa grava esclusivamente sul venditore. Riparazione del prodotto viziato o sostituzione sono rimedi alternativi la cui scelta spetta esclusivamente al consumatore, a condizione che il rimedio richiesto non sia oggettivamente impossibile o eccessivamente oneroso per il venditore rispetto all'altro. 
Altrimenti, purchè ricorrano specifiche condizioni, è previsto che il consumatore possa richiedere, a sua scelta, una congrua riduzione del prezzo o la risoluzione del contratto. Le condizioni individuate dalla normativa sono le seguenti: a) la riparazione e la sostituzione sono impossibili o eccessivamente onerose; b) il venditore non ha provveduto alla riparazione o alla sostituzione del bene entro congruo termine (la congruità del termine va in questi casi valutata tenendo conto della natura del bene e dello scopo per il quale il consumatore lo ha acquistato); c) la sostituzione o la riparazione precedentemente effettuata ha arrecato notevoli inconvenienti al consumatore.

Termini
il venditore è responsabile per tutti i difetti di conformità che si verifichino entro il temine di due anni dalla consegna del bene. Per i soli beni usati è fatta facoltà alle parti di concordare un termine più breve, ma in ogni caso non inferiore ad un anno. Il consumatore è tenuto a denunciare i vizi di conformità entro due mesi dal momento in cui ne abbia avuto percezione. Viceversa, il consumatore decade dai diritti connessi alla garanzia qualora non effettui la denuncia entro i due mesi. La denuncia, tuttavia, non è necessaria qualora il venditore abbia occultato i vizi o li abbia riconosciuti. Per la denunzia non è richiesta alcuna particolare formalità ritenendosi sufficiente qualsiasi documentabile comunicazione rivolta a tale scopo. L'azione di garanzia si prescrive, in ogni caso, trascorsi 26 mesi dalla consegna del bene. Le parti possono, tuttavia, stabilire una garanzia convenzionale, di durata maggiore (ma non inferiore) rispetto a quella legale. La garanzia convenzionale non deve in alcun modo pregiudicare quella legale o limitarne la portata e l'applicabilità. 

Onere della prova
il Codice del Consumo prevede espressamente che, salvo prova contraria, si presume che i difetti di conformita' che si manifestano entro sei mesi dalla consegna del bene esistessero gia' a tale data. Pertanto, il consumatore non sarà gravato dall'onere di provare l'esistenza del vizio al momento del trasferimento del bene.




Corso Italia 81 - 80016 Marano di Napoli
Tel. 081.19573405



Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Commenti   

 
Carmine
0 #171 Carmine 2017-01-02 14:02
Egregi, sono Carmine e sono di Taranto. A marzo 2016 ho acquistato n, 1 TELEFONO NOKIA da 49,00 euro.
Dai primi tempi difettava l'audio ed il 10 di Ottobre, l'ho riportato nel negozio dove e' stato acquistato, avendo ancora lo scontrino a comprova della garanzia. Il negoziante lo ha inviato presso centro di assistenza autorizzata NOKIA che lo ha reso dopo circa un mese NON RIPARATO. Nonostante i miei solleciti, il negoziante me lo ha restituito soltanto il 30 Dicembre NON RIPARATO perche' e' un modello economico e non giustifica il ripristino. Ho invitato il negoziante a sostituirlo o rendermi i soldi ma secondo lui il problema e' mio in quanto l'assistenza non vuole ripararlo e lui ha fatto quando gli competeva.
Potete consigliarmi come comportarmi?
Ringrazio anticipatamente , saluti.
Carmine
Citazione
 
 
Alberto g.
-1 #170 Alberto g. 2016-12-29 15:08
Salve, io ho acquistato un nintendo 3ds, dopo poco ha mostrato difetti evidenti, si spegneva da solo, portato in assistenza è stato ritirato e a detta loro riparato, così però non è stato, a distanza di 2 mesi circa si è ripresentato lo stesso identico problema, ora però è da poco scaduta la garanzia di 24 mesi, da circa una settimana, quello che volevo chiedere detto questo è se posso ancora esercitare diritti per la garanzia e riportarlo in assistenza, o se ormai è scaduta e non posso portarlo in assistenza gratuitamente, potete per favore aiutarmi? Grazie
Citazione
 
 
Francesco7999
0 #169 Francesco7999 2016-12-09 15:21
Salve,ho acquistato una racchetta nuova da tennis Point,anziché nuovo la racchetta mi è arrivata usata con usure evidenti,nonost ante le avevo chiamato,perché mi ero dimenticato di farle mettere le corde,loro mi dissero che non ormai l ordine è stato fatto è non si ci potevano mettere,dato di fatto,mi è arrivata incordata con un over grip giallo, anziché senza corde è con la plastica sul manico.....in poche parole,oggetto usato anziché nuovo....ha chi bisogna rivolgersi in questo caso?
Citazione
 
 
orlando
0 #168 orlando 2016-12-01 11:57
salve, ho effettuato l'acquisto, di un pubblicizzato gazebo da esterno, prodotto da una sola marca in belgio,avevo notato vari difetti di conformità e dubitavo della sua resistenza. in seguito a forti raffiche di vento, il suddetto si è danneggiato. dopo aver contattato il venditore, tuttocasette srl, venivo a conoscenza che, si è rotto, e il venditore non è tenuto a fornirmi una garanzia. prezzo 899 € buttati. grazie
Citazione
 
 
Alfredo Pigliacelli
0 #167 Alfredo Pigliacelli 2016-11-28 17:32
Buonasera, lo stesso identico problema del sig. Bernasconi. Praticamente ho portato il telefono in assistenza, ancora in garanzia, il 7 settembre. Anche per me dopo svariate telefonate si è capito che non c'era possibilità di ripararlo, in quanto non riuscivano ad approvvigionare i pezzi di ricambi e dopo altre svariate telefonate è partita la pratica di sostituzione. Ho accettato la sostituzione tramite il link inviatomi per SMS e dopo altre 3 settimane sono stato contattato con la conferma dell'accettazio ne della pratica di sostituzione e la promessa dell'invio entro la settimana successiva. Ad oggi sono trascorse altre 2 settimane e chiamando il numero verde della Samsung ottengo sempre la solita risposta:" la pratica è andata a buon fine, ma non ci risulta ancora in fase di spedizione". A questo punto vorrei sapere come posso fare per procedere per vie legali.

Grazie mille per un suo eventuale riscontro in merito.
Citazione
 
 
LUIGI BERNASCONI
+1 #166 LUIGI BERNASCONI 2016-11-25 07:54
Buongiorno . La contatto in riguardo al mio cellulare S 5 Samsung , a metà settembre ho portato in centro assistenza della mia città il mio smartphone dopo 2 settimane sono ripassato al centro e mi è stato detto che loro non erano capaci di aggiustarlo quindi lo avevano mandato direttamente a Samsung ,dopo più di un mese mi sono deciso di mandare una mail per avere notizie. Il 25 ottobre mi è arrivato un messaggio nel quale mi veniva proposto la sostituzione del prodotto con uno di gamma superiore S 6. Accettato in giornata la richiesta di sostituzione perchè ho bisogno del telefono sperando che arrivi in fretta,son passate 4 settimane ma il cellulare non è ancora arrivato in questo mese ho chiamato Samsung sollecitando un sacco di volte ma mi hanno detto di attendere ancora ,vorrei sapere se ci sono i presupposti per avviare una azione legale ai danni della samsung per ritardo nei tempi di consegna . Grazie .
Citazione
 
 
VALENTINA6384
-1 #165 VALENTINA6384 2016-11-02 11:58
buona sera, a giugno 2015 ho acquistato da Mediaword una lavastoviglie ad incasso. In quell'occasione venne il tecnico mediawoprd a montare la lavastoviglie.O ggi a distanza di un anno e poco più la macchina ha avuto un problema tecnico, ho chiamato il servizio clienti Miele che mi ha inviato un tecnico di zona per riparare la macchina coperta ancora da garanzia. In questa occasione il tecnico miele ha verificato che la macchina aveva i piedini posteriori rotti e tutta la fiancata rigata ed ammaccata.Ho chiamato medi word per chiedere il rimborso o la sostituzione dell’elettrodom estico ma mi dice che dovevo accorgermi prima del danno. Ma come è possibile se la macchina è stata incassata dal loro tecnico ed io non ho mail tolto la macchina dall'incasso? Ora devo tenermi una macchina completamente ammaccata e rigata e in più la riparazione dei piedini rotti è completamente a mio carico.inoltre il danno la beffa!Come posso fare. Saluti Valentina
Citazione
 
 
strazzullo79
+3 #164 strazzullo79 2016-10-27 09:48
Salve . La contatto in riguardo al mio cellulare in quanto inviato in assistenza 2 volte , ho chiesto la sostituzione in quanto il cellulare scaldava in modo anomalo, accettata la richiesta di sostituzione ,son passate 4 settimane ma il celòlulare non arriva e mi hanno detto di attendere ancora ,vorrei sapere se ci sono i presupposti per avviare una zione legale ai danni della samsung per ritardo nei tempi di consegna . Grazie . Strazzullo Massimiliano
Citazione
 
 
stefania zannoni
-1 #163 stefania zannoni 2016-10-20 15:02
Salve ,ieri ho comperato una lavastoviglie lo portata a casa, lo montata al suo posto solo dopo mi sono accorta che alla lavastoviglie mancavauna guarnizione che tutte dovrebbero avere. Senza perde acqua. La mia domanda è! Io compro una cosa ,quando sono a casa mi accorgo che non ci sono tutti i pezzi che dovrebbero esserci. Il venditore dovrebbe cambiarmela o solo farmi arrivare i pezzi mancanti
Citazione
 
 
tiziana78
0 #162 tiziana78 2016-10-10 15:50
ho problemi con l'asciugatrice acquistata 4 anni fa, ma con estensione a pagamento della garanzia fino a 6 anni. sono venuti la prima volta e mi hanno sostituito la scheda elettronica (in garanzia), ma il problema si ripresentava, così sono venuti una seconda volta e mi hanno sostituito (in garanzia) la cinghia ormai spezzata, dicendomi che ora tutto avrebbe funzionato bene. il problema (troppo surriscaldament o) si è ripresentato, stamattina abbiamo telefonato nuovamente e ci hanno detto che la devono portare presso i loro uffici per fare le prove, ma senza potermi dare una data prevista di riconsegna. e' legale questa cosa? oltre al fatto che sto da ormai +di 15gg senza la possibilità di poterla utilizzare? resto in attesa di una rapida risposta visto che mercoledì mattina passano a ritirarla. grazie mille
Citazione
 
 
Armando78
0 #161 Armando78 2016-10-03 15:40
Salve ho acquistato una bici per bambini nel mese di luglio,ma qualche settimana fa ho notato che la bici e piena di rugine nei freni e nei fili dei freni anche nei tendi filo e non frena più poi avendo delle ruote in plastica ho visto che dentro l asse della ruota c'era una boccola di plastica che essendosi consumata non può più fare direzionale la ruota al bambino mentre cammina da premettere che è una bici per un bimbo di 4 anni, sono andato dal negozio dove l ho acquistata e mi ha detto che è passato troppo tempo per cambiarla e che poi era usura ma non sapeva neanche cosa significasse usura poi mi dice che ho bagnati la bici e ha fatto la rugine io ho risposto che intanto in Sicilia d estate piove 2 3 volte e che poi che significa che se si bagna deve fare la rugine allora fra 5 mesi la bici non esisterà più a parte che non faccio camminare un bimbo di 4 anni sotto l acqua vorrei sapere come. E comportarmi e se mi spetta la sostituzione grz a presto risposta
Citazione
 
 
Sara Cervi
0 #160 Sara Cervi 2016-10-02 16:05
Buonasera Avvocato,
Vorrei sapere se questi termini di tempo sulla garanzia(2 anni per il nuovo e 1 per l usate) riguardano anche merce che viene acquistata non come individuo ma come società. Grazie
Citazione
 
 
Cristiane Spagnuolo
-1 #159 Cristiane Spagnuolo 2016-09-28 08:57
Ho comprato uno Materazzo in uno negozio che non aveva in magazzino ma hanno garantito la consegna fra 15 giorni. Sono passpassati piu di 20 giorni come non e arrivato loro dicono scegliere l'altro si non posso aspettare come devo procedere?
Citazione
 
 
Smithk881
0 #158 Smithk881 2016-09-24 05:02
Some really quality blog posts on this internet site , saved to fav. ggbdaegedddkkab e
Citazione
 
 
Tronco Simone
0 #157 Tronco Simone 2016-09-22 08:49
Buongiorno,
Avrei bisogno del vostro parere su un problema relativo all'assistenza di una scheda grafica per PC tutt'ora in garanzia
In data 12/09/2016 provo a mettermi in contatto con il venditore per esercitare il diritto all'assistenza poichè la scheda grafica presenta dei seri problemi, ma il sito internet del venditore risulta chiuso, l'unico punto di ritiro sito in Via Lionello Venturi 11 - 00188 Prima Porta (RM) ma risulta dismesso, ho cercato delle recenzioni online,scoprend o che molti clienti sono stati truffati da questo sito come si evice dal noto sito di recenzioni trustpilot
https://it.trustpilot.com/review/www.eprezzo.com
Ho provato più volte senza avere risposta ha contattare il
Produttore della scheda video chiedendogli come comportarmi avendo il venditore cessato la sua attività e non avendo altri punti vendita sul territorio.
Cosa devo fare per rivalermi della garanzia europea?
Grazie
Citazione
 
 
Frency14
0 #156 Frency14 2016-09-21 09:41
Buongiorno. A dicembre 2015 acquistai un kit ricostruizione unghie sul sito www.makenail.it che comprendeva l'acquisto di una lampada uv di colore rosa che poi a gennaio ho restituito per la riparazione in quanto guasta e ancora in garanzia. A scelta dell'azienda la lampada mi viene sostituita con un'altra uguale, ma bianca. Ora questa lampada si è guastata allo stesso modo di quella precedente. Ho chiesto all'assistenza clienti di poter avere la riparazione, ma mi è stato detto che questa lampada non ce l' hanno più in produzione. Così ho chiesto se restituendola a mie spese potevo avere un buono spesa del valore della lampada, ma mi è stato negato in quanto dicono che ho già usufruito del figlio garanzia una volta.
Cosa devo fare?
Citazione
 
 
valente
0 #155 valente 2016-09-14 10:47
buongiorno
vi scrivo per chiedere cosa posso fare.ho acquistato c/o un rivenditore una cappa Falmec 90 al costo di 1200€..dal montaggio eseguito dai tecnici del rivenditore eseguita il 16 agosto ma cappa non ha mai funzionato nel senso che non aspira.
ho segnalato la problematica al venditore che ha constatato il malfunzionamento.
e'intervenuto il tecnico della Falmec che presume che la cappa funziona..
ad.oggi dopo piu di un mese la cappa e'a terra non funzionante e non so che fare e cosa farci.
avendo prove scritte del malfunzionament e anche alla Falmec stessa,posso chiedere la restituzione o la sostituzione del prodotto?
se fosse possibile avere un vs.consiglio ve ne sarei molto grata.
cordialmente saluto.
Valentina
Citazione
 
 
peppe
0 #154 peppe 2016-09-13 12:55
Buongiorno spettabile associazione, volevo segnalarvi un problema che ho con un forno a gas, non sono trascorsi 2 anni dall'acquisto, qualche mese fa ho notato nel forno la presenza della ruggine, mi sono attivato tramite il numero verde della ditta produttrice e dopo un intervento a mie spese di un loro tecnico avevo la conferma che di ruggine si trattava, ma udite, udite la ruggine secondo la loro filosofia aziendale non rientra nella garanzia, allora mi proponevano di acquistarne un'altro, con il palese rischio di ritrovarmi nella stessa situazione, gradirei avere consigli di come attivarmi, nel ringraziarvi anticipatamente per i vostri preziosi consigli, cordialmente vi saluto.
Citazione
 
 
WALTER
0 #153 WALTER 2016-09-12 18:26
ho acquistato una pompa ad inezione disel per auto usata su internet montata non funzionava mi e stata spedita un altra ancora non funzionante oltre il rimborso che pretendo chi paga il maccanico per du montaggi non funzionanti la ditta non ne vuole sapere grazie BIOLI
Citazione
 
 
Domenico Lomartire
0 #152 Domenico Lomartire 2016-09-06 14:52
Salve ho acquistato una macchina da caffè , il15 marzo 2015 , mi ha presentato u. Problema al macina caffè per ben 4 volte cosa posso fare?
Citazione
 
 
Benedetta
0 #151 Benedetta 2016-09-05 12:07
Buongiorno, ho acquistato un galaxy tab 3 quattro mesi fa .. l altro giorno mentre navigavo è diventato lo schermo nero,non dando segni di vita... essendo in garanzia loo riportato dal venditore, che la portato in assistenza. Ora mi hanno chiesto un preventivo di 160€ è normale la cosa? Dicendo ke in pratica si è rotta la scheda madre non so com'è possibile tutto cio in 4 mesi ... è normale ?io ho in mente una bella denuncia ma non so se faccio bene..
Citazione
 
 
Bove
0 #150 Bove 2016-08-13 10:28
Egr. Avvocato,
ho acquistato un tavolo del valore di 1850,00 euro, una delle due allunghe è arrivata graffiata, ho provveduto immediatamente a chiedere la sostituzione, ma hanno risposto a distanza di mesi sostenendo che un prodotto artigianale non può essere sostituito con lo stesso materiale.La società fornitrice ha manifestato la disponibilità a procedere con il rimborso del valore totale o con una nota di credito a mio favore del valore di 160 euro. Pertanto avrei bisogno di un consiglio che mi porti o a chiedere la risoluzione contrattuale con aggravio di ulteriori spese per il disagio arrecato, o a chiedere una somma congrua e maggiore rispetto ai 160 euro da loro offerti e che reputo insoddisfacente . Se volessi tenerlo il tavolo evitando un giudizio pur sempre lungo e dispendioso, Lei reputa che la somma da loro offerta sia congrua oppure posso insistere per una somma maggiore? La ringrazio in anticipo.
Citazione
 
 
Francesca Azzena
-1 #149 Francesca Azzena 2016-08-12 12:44
Buongiorno,
Avrei bisogno di buon consulto:ho acquistato un passeggino nel settembre di 2 anni fa,(quindi il prodotto è ancora in garanzia )tramite un negozio online;ho spedito al negozio il prodotto per mandarlo in riparazione alla ditta :la domanda è chi paga le spese di spedizione per restituirmelo?
Il venditore sostiene che le spese devono essere a mio carico per avere la restituzione del prodotto...graz ie,Francesca
Citazione
 
 
ALFIO65
+1 #148 ALFIO65 2016-07-28 23:55
Ill.mo Avv.to,
Lescrivo perconoscere il Suo parere su un episodio che rischia di costarmi molto:
mi chiamo ALFONSO PALUMBO, 345.705.9978 -
seppur disoccupato, a reddito 0€, invalido al 100%, ho communque 2 mesi fa acquistare un paio di occhiali con lenti progressive al costo di €. 180,00. Due settimane fa inforcandoli noto che una vite che assicura le lenti si era indebolita, CON CONSEGUENTE PERDITA DI UNA DELLE LENTI ed un preventivo di recupero pari a €. 90,00 . Secondo Lei, tale occorrenza può essere considerata un difetto di fabbrica che siapiù rilevante, anzi, conseguenza dell'aver perso la lente e possa quindi rientrare nella copertura di Garanzia? Attendo quanto prima i Suoi consigli ai recapiti indicati.
CORDIALI SALUTI, Alfonso Palumbo - TRANI (BT)
Citazione
 
 
Ezio
+3 #147 Ezio 2016-07-25 16:18
Buongiorno Avocato, ho un quesito da porle...

Ho portato un cellulare Samsung in assistenza quasi 3 mesi fà, non riuscendolo a riparare mi hanno porposto la sostituzione ma mi hanno anche comunicato che il bene sarà coperto dalla stessa garanzia del bene sostituito (scadebnza Ottobre 2016)?

E' Legale come cosa?
Cioè mi danno un articolo prodotto nel 2016 e la garanzia scade dopo qualche mese?
E poi i 3 mesi che si sono tenuti il telefono vecchio vanno persi?
Perchè se mi avessero sostituito immediatamente il bene almeno lo utilizzavo 3 mesi in più e nel caso fosse stato diettoso magari lo arei vito prima.
La ringrazio e le auguro buon lavoro
Citazione
 

Chi è on line

Abbiamo 115 visitatori e nessun utente online

Contattaci






Come difendersi da Equitalia

Redazione reclami e diffide

Redigere una lettera, una querela, una disdetta, un recesso o una diffida può apparire superficialmente semplice, tanto da indurre al “fai da te”. Non è così e in tanti casi non disporre delle necessarie competenze giuridiche e non tutelare al meglio i propri diritti può costare caro

Anche una semplice comunicazione scritta può, infatti, produrre specifici effetti giuridici o, viceversa, non essere idonea a produrli se non correttamente formulata. 

Puoi contattarci gratuitamente e senza alcun impegno per esporci la tua problematica. Saremo lieti di offrirti consiglio e se vorrai potrai usufruire dei nostri servizi. Scrivici ad info@difesaconsumatori.com

Sostieni l’informazione libera ed indipendente

Da quasi dieci anni, Istituto per la Difesa del Consumo, attraverso i siti internet del suo circuito, fa informazione libera ed indipendente. In tanti casi la nostra attività consiste nel dar voce alle numerose segnalazioni che riceviamo dai nostri utenti circa truffe e beffe subite da operatori commerciali scorretti. Inevitabilmente ciò comporta un enorme esposizione a minacce e citazioni in giudizio per diffamazione e risarcimento danni, con tutte le conseguenti spese processuali.

Continua a leggere l'articolo completo