1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.

Informazioni su come agire per mancata accettazione di autolettura non imputabile a me

Discussione in 'Utenze telefoniche, luce e gas' iniziata da dshinigami, Mar 7, 2018.

  1. dshinigami

    dshinigami New Member

    Registrato:
    Mar 7, 2018
    Messaggi:
    1
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Buongiorno,

    Ad ottobre 2017 ho attivato un contratto Gas sul mercato libero.
    Vi scrivo perchè vorrei capire quali possibilità ho per reagire nella situazione descritta in seguito.
    Per la prima fattura non ho inviato l'autolettura (non credo nemmeno che fosse possibile), ho pagato la fattura (con consumo stimato molto superiore al mio attuale conteggio) ed ho memorizzato la finestra di tempo in cui era possibile inviare l'autolettura per la seconda fattura.
    dal 1/2 al 9/2 era disponibile la finestra di tempo per registrare l'autolettura del contatore del Gas.
    Il giorno 5/2 ho provveduto ad effettuare l'autolettura tramite app ufficiale della compagnia 2 volte, ma entrambe è stata rifiutata.
    Sempre il 5/2 ho provato a fare l'autolettura sul sito web della compagnia, entrambe le volte è stata rifiutata.
    Il giorno 6/2 ho chiamato il servizio clienti a cui ho comunicato l'autolettura, mi è stato comunicato che i numeri del contatore erano troppo bassi per essere coerenti con le precedenti letture. Il problema era la mancata registrazione del cambio di contatore all'apertura del contratto, un problema che non dipende da me ma dalla compagnia. L'operatore mi ha chiesto di mandare una foto del contatore via mail e di richiamare il giorno dopo.
    Il giorno stesso, il 6/2, ho inviato una mail con la fotografia del contatore in cui era visibile chiaramente il numero di serie di contatore e il conto dei metri cubi consumati, corrispondente a 90 dall'inizio del contratto.
    Il giorno 7/2 ho telefonato al servizio clienti spiegando nuovamente la situazione, mi è stato detto dall'operatrice di aver aperto una segnalazione riguardo il cambio di contatore non risultante. Mi è stato detto inoltre che se avevo inviato via mail la lettura del contatore potevo rassicurarmi che nella bolletta successiva avrei avuto la fatturazione del consumo reale e non quello previsto.
    il giorno 26/2 ricevo una fattura di 310€ con un consumo previsto dall'inizio del contratto di 745 metri cubi invece di 90 come segnalati.

    Riassumendo, non ho potuto inviare l'autolettura alla compagnia perchè non è stato registrato il cambio di contatore all'apertura del mio contratto. L'ultima lettura reagistrata è di 3000 m3 circa, corrisponente all'ultima misura del vecchio contatore, ma essendo il mio un contatore nuovo il conteggio è riniziato da 0. Durante la finestra di tempo ho provato ad inviare più volte l'autolettura ma è stata rifiutata perchè giudicata incorretta perchè minore alla lettura del precedente contatore.

    Vorrei chiedere cosa posso fare in questa situazione.
    - Prima di tutto: ho diritto di lamentarmi di questa situazione, oppure la legge tutela la compagnia?
    - Ho letto che la compagnia è obbligata a fornire un modo per inviare l'autolettura, si può dire che in questo caso mi è stata negata la possibilità di inviarla?
    - Siccome devo pagare una fattura relativa ad un consumo quasi otto volte superiore al consumo reale e tenendo conto che io ho provato in più modi a fornire l'autolettura, e non è stata accettata per problemi non imputabili a me, posso chiedere un ricalcolo oppure un rimborso nel caso un cui il problema venga risolto dopo il 15 marzo, data di scadenza della fattura? So che le fatture successive sarebbero in conguaglio, ma con i miei consumi ci metterei anni a rimettermi in pari, inoltre nella mia situazione economica poter accedere ai soldi che devo dare alla compagnia (a mio avviso ingiustamente) sarebbe un vantaggio.
    - Che cosa succede se non pago la fattura (che è sicuramente errata)?
    - Nel caso in cui rifiutassero il rimborso, se dovessi cambiare fornitore, la compagnia sarebbe obbligata a rimborsarmi oppure quei soldi sono persi per sempre?

    Grazie
     

Condividi questa Pagina