1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.

prodotto in assistenza dichiarato non riparabile

Discussione in 'Tutto il resto' iniziata da ilenia, Gen 2, 2017.

  1. ilenia

    ilenia New Member

    Registrato:
    Gen 2, 2017
    Messaggi:
    1
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Buongiorno, ho acquistato un cellulare il giorno 8 settembre 2016 un Asus insieme ad un'estensione di garanzia che mi hanno proposto all'acquisto (serena easy Plus) presso Euronics. L'estensione della garanzia con l'aggiunta di 46 euro comprendeva una riparazione del prodotto per rottura causata da urto o caduta accidentale. Sfortuna volle che il giorno seguente il cellulare mi è caduto riportando danni al vetro e alla fotocamera interna, dal momento che il servizio integrativo copriva anche questo tipo di danno ho deciso di mandarlo in assistenza tramite euronics come indicato nel contratto di acquisto. Da allora sono passati più di tre mesi senza avere notizie chiare sullo stato della riparazione. Nella bolla che mi hanno dato quando ho consegnato il cellulare per spedirlo in assistenza veniva indicata come data ultima di consegna salvo imprevisti il 6 novembre. Adesso dopo vari solleciti quelli della serena easy plus mi hanno detto che il telefono non è riparabile perché Asus non ha fornito i pezzi di ricambio proponendomi un buono di 119,40 euro (io ne ho spesi 199 per il cellulare + 46 per l'estensione di garanzia+ 25 di franchigia che mi hanno fatto pagare prima per il ritorno del prodotto). Inoltre mi sono messa in contatto con Asus e a loro non risulta nessuna richiesta di riparazione né di pezzi rispetto al mio prodotto facilmente individuabile grazie al numero di matricola. Cosa posso fare ? Non vorrei accettare il loro buono non solo per una questione di soldi ma soprattutto per il danno morale che ho subìto. Non è così che si trattano i clienti.
     
  2. Avv. Giuseppe Lorè

    Avv. Giuseppe Lorè Member Membro dello Staff

    Registrato:
    Lug 8, 2016
    Messaggi:
    396
    "Mi Piace" ricevuti:
    24
    Cara,
    mi perdoni per il ritardo della risposta.
    Lei ha diritto all'esecuzione del contratto, ivi inclusa l'obbligazione della garanzia.
    Se ciò non venisse svolto ha diritto a chiedere la risoluzione del contratto per inadempimento con ripetizione della somma versata e risarcimento del danno.
    Dunque, ritengo che il primo passo "ufficiale" da svolgere sia procedere a una diffida verso la parte contrattuale inadempiente e valutare le future azioni all'esito del riscontro.
     

Condividi questa Pagina