Telefono

Istituto per la Difesa del Consumo

Istituto per la Difesa del Consumo, è un'associazione libera ed indipendente senza fine di lucro, di consumatori ed utenti, attiva in tutto il territorio nazionale.
Lo scopo dell'associazione è quello offrire ai propri associati assistenza legale altamente qualificata a costi...altamente ridotti!
Il principio è semplice: in tanti si può scegliere il meglio e si può risparmiare.

Istituto per la Difesa del Consumo svolge la propria attività dall'aprile 2008. Ad oggi oltre 30.000 utenti sono diventati nostri associati (dato aggiornato al 30 aprile 2015).

I nostri obiettivi

  • offrire, ai nostri associati, consulenza legale qualificata e specializzata;
  • favorire e promuovere la diffusione di notizie ed informazioni attinenti la difesa del consumo ed il consumo consapevole;
  • Promuovere le istanze sociali dei consumatori presso le istituzioni;
  • Agevolare il confronto tra professionisti e volontari cittadini, per l’approfondimento di tematiche inerenti il rispetto e la difesa dei valori civili.

 

Difendi i tuoi diritti

Banche, compagnie assicurative, gestori telefonici, catene commerciali, agenzie turistiche o di servizi potrebbero  materialmente ascrivere una buona parte dei loro profitti ai piccoli soprusi che quotidianamente consumano in danno dei loro clienti, effettivi o potenziali.

Le pubblicità  ingannevoli, le promesse rese e poi mai mantenute, le estenuanti attese telefoniche per sporgere un reclamo, i contratti redatti ad arte per nascondere insidie, sono solo alcuni degli strumenti più spesso utilizzati per scoraggiare ogni forma di rivalsa e per lasciar trasparire un messaggio: meglio subire, anzichè¨ ricorrere alla giustizia per far valere i propri diritti.

La giustizia spesso è innegabilmente lenta e contorta, ma il settore della tutela del consumo è in forte ascesa. È giunta l'ora che i consumatori acquisiscano la piena consapevolezza di rappresentare una classe, anzi di poter anch'essi divenire "un potere forte", in grado di condizionare il mercato, premiando quegli operatori che accettino apertamente il rischio di una comunicazione trasparente, o addirittura astenendosi da determinati consumi.

Il primo passo verso questa crescita, culturale e giuridica, deve provenire dai fenomeni di aggregazione, offrendo voce, forza e rappresentatività  alle associazioni e ai comitati.

Per assolvere a questa delicata funzione, gli scopi che ci prefiggiamo sono due, tra loro intimamente connessi: far conoscere ai consumatori i propri diritti, divulgando le notizie e le piccole guide pratiche che troverete pubblicate tra le pagine del sito; offrire supporto e consulenza legale agli associati a costi ridotti presso studi professionali altamente specializzati nel settore consumeristico.

Chi siamo

Domande e risposte

Per domande e consigli entra nella nostra community: pubblicare il tuo quesito è semplice e gratuito. In meno di 24 ore i nostri esperti ti risponderanno. Registrati subito!

Ufficio reclami e diffide

Se sei stato truffato, se hanno negato il tuo diritto alla garanzia su un prodotto acquistato, richiedi il nostro intervento! Scrivici
info@difesaconsumatori.com

Consulenza telefonica gratuita

Contattaci telefonicamente per una consulenza gratuita preliminare.
Dal lunedì al venerdì dalle ore 16:00 alle 20:00 i nostri esperti saranno a tua disposizione

Lavora con noi

Sei un avvocato? Abbiamo una proposta per te. Entra a far parte del più grande network di avvocati in Italia.
Per saperne di più chiamaci al 08.100.30.533

 

Omissione dall'elenco degli abbonati

Capita a volte di essere incontrati per caso da amici, parenti, conoscenti e, perché no, clienti e sentirsi dire: “Ma non ci sei più sull’elenco telefonico?” e noi, ignari di questo mancato inserimento inaspettato, restiamo interdetti e mortificati, apprendendo per la prima volta un dettaglio non trascurabile della nostra visibilità pubblica, soprattutto se si esercita una determinata attività, sia essa professionale, commerciale o, comunque, che trae maggior profitto da una sempre crescente forma di pubblicità.

 

Trasformando l’esempio astratto in un caso concreto, raccontiamo la vicenda in cui un ente gestore del servizio di telefonia fissa aveva omesso di inserire il numero di un avvocato penalista nell’elenco abbonati relativo all’anno 1995, mentre il cd. “servizio informazione abbonati” forniva nel medesimo periodo soltanto il numero di fax dello stesso.

Ne segue, dopo il fallimento di proposte conciliative, che la questione va a finire in tribunale e ne consegue la trattazione in ben due gradi di giudizio, dopodiché della soluzione giuridica viene investita la Suprema Corte di Cassazione, nella sua funzione nomofilattica, che, a conclusione della lite, emette lasentenza del 21/1/2011, n. 1418.

Tale pronuncia ha stabilito che l'omesso inserimento nell'elenco abbonati del numero di telefono dello studio di un libero professionista (nella specie avvocato penalista), unitamente alla mancata prestazione del "servizio informazione abbonati", è causa di evidente danno per lo stesso, sia di tipo patrimoniale, come perdita di affari e di guadagno, sia di tipo non patrimoniale, come danno all’immagine del professionista.

Sul profilo del danno non patrimoniale (danno all’immagine), la Corte afferma un importante principio, secondo cui “…uno studio legale irreperibile sulla guida telefonica e dotato di un’unica linea adibita a fax poteva ingenerare l’immagine di un professionista poco efficiente ed affidabile, tanto più trattandosi di avvocato penalista, la cui facile reperibilità riveste particolare importanza nei casi di urgenza che caratterizzano quello specifico settore legale”.

Per ciò che attiene il danno patrimoniale da perdita di affari, il Supremo Consesso afferma che in tale caso la quantificazione della voce di danno va effettuata dal giudice secondo il principio di equità, che viene in considerazione non soltanto in caso di impossibilità di sua precisa stima, ma anche (come nel caso in oggetto) in caso di difficile determinazione.

Ma il privato cittadino che non viene inserito nell’elenco telefonico e che non esercita attività professionale o commerciale quali richieste potrà far valere all’ente gestore del servizio di telefonia fissa?

La risposta alla domanda ci viene data dalla lettura del DM 08 maggio 1997, n.° 197, il “Regolamento di servizio concernente le norme e le condizioni di abbonamento al servizio telefonico”, il quale all’art. 41, comma 2, prescrive che sia corrisposto all’utente un risarcimento pari a quattro mensilità del canone di abbonamento e, dove ne ricorrano le condizioni, l’utente ha diritto al risarcimento del maggior danno subito.

Riassumendo, in conclusione, si può pacificamente affermare che, in caso di omesso inserimento di un nominativo sull’elenco telefonico, il soggetto può chiedere all’ente gestore della rete telefonica fissa la corresponsione dell’indennità pari a quattro mensilità del canone in vigore al momento della richiesta, nonché, ove sussistano e possono essere provati, il risarcimento dei danni patiti da questo inadempimento contrattuale da parte del gestore telefonico.

Ovviamente se il danneggiato è titolare di un’attività commerciale o professionale avrà diritto sicuramente ad un risarcimento danni maggiore rispetto a chi non esercita una tale tipologia di attività e, in tal caso, è necessario fornire solo la sola prova dell’esistenza del danno ed il nesso di causalità con l’inadempimento del gestore, essendo la liquidazione del pregiudizio liquidabile dal giudice secondo equità, ai sensi del combinato disposto degli articoli 1226 e 2056 del codice civile.

You have no rights to post comments

Commenti   

 
asia h
0 #3 asia h 2016-01-09 09:30
Salve, e nel caso contrario che si può fare? abbiamo cambiato compagnia telefonica a fine 2013, chiedendo la cancellazione del nominativo (persona fisica) dagli elenchi telefonici. Ad oggi il nome di mio marito appare ancora. Ho sentito la compagnia telefonica che ci ha confermato la richiesta di cancellazione a novembre 2013, ma per "sistemare il tutto" ci ha chiesto di spedire l'apposito modulo. Ora, poichè si tratta di un loro errore, che cosa si può fare? devo soccombere ed inviare il modulo? posso rivalermi in qualche modo?Ora capisco il perchè di centinaia di telefonate di telemarketing ricevute in questi anni.... Grazie
 
 
DifesaConsumatori
0 #2 DifesaConsumatori 2013-09-30 17:21
Citazione michele57:
salve, mi sono accorto oggi che dall'anno 2012/2013- 2013/2014 hanno inserito su pagine bianche un numero errato della mia attività commerciale.
Cosa devo fare? Di che danni avrei diritto?



le cito quanto riportato al termine dell'articolo:

il soggetto può chiedere all’ente gestore della rete telefonica fissa la corresponsione dell’indennità pari a quattro mensilità del canone in vigore al momento della richiesta, nonché, ove sussistano e possono essere provati, il risarcimento dei danni patiti da questo inadempimento contrattuale da parte del gestore telefonico.

Ovviamente se il danneggiato è titolare di un’attività commerciale o professionale avrà diritto sicuramente ad un risarcimento danni maggiore
 
 
michele57
0 #1 michele57 2013-09-29 18:51
salve, mi sono accorto oggi che dall'anno 2012/2013- 2013/2014 hanno inserito su pagine bianche un numero errato della mia attività commerciale. Per l'anno 2011/2012 non sono in possesso di guida telefonica. Inoltre sul sito internet ci sono 2 numeri, di cui 1 errato ed uno corretto, mentre su cartaceo solo un numero INESISTENTE e per nulla legato alla mia attività. Azienda che esiste da 30 anni. Cosa devo fare? Di che danni avrei diritto?
 

Chi è on line

Abbiamo 132 visitatori e nessun utente online

Contattaci






Come difendersi da Equitalia

Redazione reclami e diffide

Redigere una lettera, una querela, una disdetta, un recesso o una diffida può apparire superficialmente semplice, tanto da indurre al “fai da te”. Non è così e in tanti casi non disporre delle necessarie competenze giuridiche e non tutelare al meglio i propri diritti può costare caro

Anche una semplice comunicazione scritta può, infatti, produrre specifici effetti giuridici o, viceversa, non essere idonea a produrli se non correttamente formulata. 

Puoi contattarci gratuitamente e senza alcun impegno per esporci la tua problematica. Saremo lieti di offrirti consiglio e se vorrai potrai usufruire dei nostri servizi. Scrivici ad info@difesaconsumatori.com

Sostieni l’informazione libera ed indipendente

Da quasi dieci anni, Istituto per la Difesa del Consumo, attraverso i siti internet del suo circuito, fa informazione libera ed indipendente. In tanti casi la nostra attività consiste nel dar voce alle numerose segnalazioni che riceviamo dai nostri utenti circa truffe e beffe subite da operatori commerciali scorretti. Inevitabilmente ciò comporta un enorme esposizione a minacce e citazioni in giudizio per diffamazione e risarcimento danni, con tutte le conseguenti spese processuali.

Continua a leggere l'articolo completo