Turismo

Istituto per la Difesa del Consumo

Istituto per la Difesa del Consumo, è un'associazione libera ed indipendente senza fine di lucro, di consumatori ed utenti, attiva in tutto il territorio nazionale.
Lo scopo dell'associazione è quello offrire ai propri associati assistenza legale altamente qualificata a costi...altamente ridotti!
Il principio è semplice: in tanti si può scegliere il meglio e si può risparmiare.

Istituto per la Difesa del Consumo svolge la propria attività dall'aprile 2008. Ad oggi oltre 30.000 utenti sono diventati nostri associati (dato aggiornato al 30 aprile 2015).

I nostri obiettivi

  • offrire, ai nostri associati, consulenza legale qualificata e specializzata;
  • favorire e promuovere la diffusione di notizie ed informazioni attinenti la difesa del consumo ed il consumo consapevole;
  • Promuovere le istanze sociali dei consumatori presso le istituzioni;
  • Agevolare il confronto tra professionisti e volontari cittadini, per l’approfondimento di tematiche inerenti il rispetto e la difesa dei valori civili.

 

Difendi i tuoi diritti

Banche, compagnie assicurative, gestori telefonici, catene commerciali, agenzie turistiche o di servizi potrebbero  materialmente ascrivere una buona parte dei loro profitti ai piccoli soprusi che quotidianamente consumano in danno dei loro clienti, effettivi o potenziali.

Le pubblicità  ingannevoli, le promesse rese e poi mai mantenute, le estenuanti attese telefoniche per sporgere un reclamo, i contratti redatti ad arte per nascondere insidie, sono solo alcuni degli strumenti più spesso utilizzati per scoraggiare ogni forma di rivalsa e per lasciar trasparire un messaggio: meglio subire, anzichè¨ ricorrere alla giustizia per far valere i propri diritti.

La giustizia spesso è innegabilmente lenta e contorta, ma il settore della tutela del consumo è in forte ascesa. È giunta l'ora che i consumatori acquisiscano la piena consapevolezza di rappresentare una classe, anzi di poter anch'essi divenire "un potere forte", in grado di condizionare il mercato, premiando quegli operatori che accettino apertamente il rischio di una comunicazione trasparente, o addirittura astenendosi da determinati consumi.

Il primo passo verso questa crescita, culturale e giuridica, deve provenire dai fenomeni di aggregazione, offrendo voce, forza e rappresentatività  alle associazioni e ai comitati.

Per assolvere a questa delicata funzione, gli scopi che ci prefiggiamo sono due, tra loro intimamente connessi: far conoscere ai consumatori i propri diritti, divulgando le notizie e le piccole guide pratiche che troverete pubblicate tra le pagine del sito; offrire supporto e consulenza legale agli associati a costi ridotti presso studi professionali altamente specializzati nel settore consumeristico.

Chi siamo


SOS Telefonia

La guida definitiva per difendersi dai soprusi delle compagnie telefoniche.

Scarica subito il nostro ebook e scopri come sgonfiare la tua bolletta.


Consulenza telefonica


Se hai bisogno di una consulenza legale non c'è modo più semplice per ottenerla.

Segui le istruzioni ed entro 24 ore sarai contattato dai nostri legali
 

Risarcimento per danno da vacanza rovinata

Perdere una vacanza significa in molti casi perdere molto di più di un viaggio o di un soggiorno. 

La vacanza rappresenta spesso, infatti, un'occasione unica, irripetibile e irrinunciabile per concedersi riposo dopo un lungo periodo lavorativo, per un festeggiamento (si pensi ad un viaggio di nozze), per un evento (magari un concerto) o per un'attività inerente la propria crescita professionale e lavorativa (ad esempio un colloquio di lavoro o un viaggio di studio). Ancor peggio, un vacanza andata male può trasformarsi in un vero e proprio incubo e anche piccole inadempienze, carenze informative, ritardi e disservizi possono procurare al turista un disagio ed uno stress correlato alle difficoltà di porvi rimedio nella ricerca di soluzioni alternative rispetto a quelle preventivate. 



Sulla base di queste considerazioni il "bene vacanza" è da ritenersi meritevole di garanzie e tutele privilegiate, poichè la sua privazione o il suo mancato godimento recano direttamente un danno alla sfera personale di ciascun individuo. 

Il danno da vacanza rovinata è stato contemplato anche dal Codice del Turismo (D. Lgs. 79/2011), che all'art. 47 prevede: "Nel caso in cui l'inadempimento o inesatta esecuzione delle prestazioni che formano oggetto del pacchetto turistico non sia di scarsa importanza ai sensi dell'articolo 1455 del codice civile, il turista può chiedere, oltre ed indipendentemente dalla risoluzione del contratto, un risarcimento del danno correlato al tempo di vacanza inutilmente trascorso ed all'irripetibilità dell'occasione perduta".

La definizione non può evidentemente essere meno vaga per poter ricomprendere nel suo ambito ogni ipotesi ed accadimento che possa potenzialmente impedire al turista il pieno godimento della vacanza acquistata, secondo le proprie legittime aspettative di svago e di riposo. Guardando, quindi, alla giurisprudenza possiamo individuare alcuni concreti casi di riferimento:

  • in primo luogo può certamente propsettarsi il danno da vacanza rovinata in quelle ipotesi in cui la vacanza stessa sia venuta meno, in parte o in tutto, per disagi o disservi imputabili al trasportopresso il luogo di destinazione (ad esempio per la soppressione del volo, il negato imbarco o il ritardo prolungato);
  • non di meno avrà a patire danni da vacanza rovinata il turista il cui bagaglio sia smarrito, danneggiato o tardivamente riconsegnto a seguito del viaggio aereo;
  • il danno da vacanza rovinata può, ancora, consistere nella inospitalità delle strutture ricettive, nel caso in cui il turista dovesse vedersi negata accoglienza o dovesse riscontrare livelli qualitativi differenti da quelli pattuiti al momento dell'acquisto del pacchetto di viaggio;
  • ugualmente potrà addirittura delinearsi l'ipotesi del danno da vacanza rovinata in ragione della inadeguatezza dei luoghi di soggiorno rispetto alle legittime aspettative del turista (tipico è il caso del danno a causa del mare inquinato).

Questi esempi valgono a rendere l'idea di quanto sia indefinita, e apriori indefenibile, la sfera di interessi che può essere lesa in relazione al godimento della vacanza, così da legittimare la relativa richiesta di risarcimento.

L'ordinamento fa onere al consumatore di informare tempestivamente (o almeno entro dieci giorni dal rientro), mendiante reclamo, l'agenzia di viaggi o il tour operator dei disagi riscontrati, affichè questi possa prontamente porvi rimedio...o almeno provarci. Tuttavia l'omessa presentazione del reclamo non pregiudica la possibilità di esperire la domanda giudiziale di risarcimento, ma potrà al massimo essere posta a fondamento di un presunto concorso di colpa da parte del turista danneggiato, ai sensi dell'art. 1227 del Codice Civile.

Il termine di prescrizione del diritto al risarcimento del danno da vacanza rovinata è di tre anni a decorrere dalla data di rientro del turista nel luogo di partenza. Fa eccezione il caso in cui il danno sia derivato da un inadempimento relativo alla prestazione di trasporto, in relazione al quale resterà da appicarsi il diverso termine di prescrizione previsto dall'art. 2951 del Codice Civile, ovvero dodici mesi o diciotto mesi se il trasporto ha inizio o termine fuori d'Europa




Corso Italia 81 - 80016 Marano di Napoli
Tel. 081.19573405



Chi è on line

Abbiamo 150 visitatori e nessun utente online

Come redigere una querela

Come difendersi da Equitalia


Redazione reclami e diffide

Redigere una lettera, una querela, una disdetta, un recesso o una diffida può apparire superficialmente semplice, tanto da indurre al “fai da te”. Non è così e in tanti casi non disporre delle necessarie competenze giuridiche e non tutelare al meglio i propri diritti può costare caro

Anche una semplice comunicazione scritta può, infatti, produrre specifici effetti giuridici o, viceversa, non essere idonea a produrli se non correttamente formulata. 

Se hai subito una truffa, se qualcuno ha violato i tuoi diritti di consumatore, puoi utilizzare il modello di diffida predisposto dai nostri esperti. Clicca qui per il download

Sostieni l’informazione libera ed indipendente

Da quasi dieci anni, Istituto per la Difesa del Consumo, attraverso i siti internet del suo circuito, fa informazione libera ed indipendente. In tanti casi la nostra attività consiste nel dar voce alle numerose segnalazioni che riceviamo dai nostri utenti circa truffe e beffe subite da operatori commerciali scorretti. Inevitabilmente ciò comporta un enorme esposizione a minacce e citazioni in giudizio per diffamazione e risarcimento danni, con tutte le conseguenti spese processuali.

Continua a leggere l'articolo completo


Domande e risposte

Per domande e consigli entra nella nostra community: pubblicare il tuo quesito è semplice e gratuito.

In meno di 24 ore i nostri esperti ti risponderanno. Registrati subito!