La truffa dei (falsi) biglietti di Mirabilandia

Tempo d’estate tempo di vacanze, si sa! Tuttavia anche quest’anno le problematiche economiche degli italiani legate alla crisi che ormai perdura da tempo non stentano a farsi sentire.
Ed ecco che allora una squadra di criminali del web, giocando sulla voglia delle famiglie di trascorrere giornate piacevoli e la difficoltà o talvolta l’impossibilità di farlo, ha escogitato il modo di truffare dei malcapitati mediante l’inganno dei finti biglietti gratis per ingresso a Mirabilandia, il famoso parco acquatico.
Dopo i finti ingressi omaggio per Gardaland nonché per altri parchi, la truffa targata estate 2018 è proprio questa e stavolta corre sul filo di whatsapp, una truffa online a tutti gli effetti. Il messaggio recita così: “Mirabilandia offre 5 biglietti gratuiti a 500 famiglie per festeggiare il suo 26° anniversario. Ricevi i tuoi biglietti gratuiti cliccando sul link”.

Il gioco è presto fatto

senza rifletterci troppo l’utente clicca sul link convinto di avere la sua occasione di fortuna ma purtroppo viene immediatamente reindirizzato verso un sito predisposto dagli hacker al solo scopo di rubare i dati, secondo il famoso fenomeno del phishing. Nessun biglietto gratis viene fornito ma in cambio molti danni per lo sfortunato utente potrebbero derivare da questo incauto gesto!

Le autorità hanno già allertato su quest’ultima truffa, trattasi di una bufala pericolosa da riconoscere subito e da cui tenersi alla larga. Il rischio è che i nostri dati, una volta rubati, possano essere utilizzata per attività fuori legge svolte da criminali, dalle quali saremo poi costretti a difenderci.

Ciò che si raccomanda in questi casi allora è di non lasciarsi mai abbagliare da offerte di biglietti o voli gratis: è assai difficile che le grandi aziende si servano di questi strumenti per promuovere anniversari importanti, ma in ogni caso sarà necessario verificare (prima di cliccare sul link indicato per scaricare i biglietti) sul sito ufficiale dell’azienda che promuoverebbe tali iniziative. Inoltre, ove tali proposte arrivino da messaggi il cui mittente è a noi sconosciuto, il nostro grado di guardia si deve alzare sempre più. E nella sfortunata ipotesi in cui non siamo stati in grado di difenderci preventivamente rinunciando alla tentazione di aprire il link indicato, sarà il caso di denunciare immediatamente l’accaduto alle autorità competenti onde evitare di trovarsi successivamente in spiacevoli situazioni.

Ricordate, dunque, questa dei biglietti di Mirabilandia è una bufala, non diffondiamola tramite messaggi a catena ma fermiamo piuttosto tali inutili e dannose iniziative.

Default image
Avv. Alberto Russo

Leave a Reply